CHIESE, BASILICHE, SANTUARI IN ASSISI
Elenco luoghi Santi di Assisi e loro breve storia:

Basilica di San Francesco e Sacro Convento - Assisi

Secondo la tradizione fu lo stesso Francesco ad indicare il luogo in cui voleva essere sepolto. Si tratta della collina inferiore della città dove, abitualmente, venivano sepolti i "senza legge", i condannati dalla giustizia. Su quel colle, che poi venne chiamato Collis paradisi fu edificata la basilica che porta il nome del santo. Il complesso basilicale si compone di due chiese sovrapposte: l'inferiore 1228 - 1230 e la superiore 1230 - 1253 e una cripta, con la tomba del Santo.
Si accede alla prima dalla piazza inferiore, delimitata da un portico del '400. Il bel portale gemino è sormontato da tre rosoni. La decorarono i maggiori pittori del '200 - '300, Cimabue, Giotto i Lorenzetti, Simone Martini. Stupende le vetrate di Giovanni di Bonino e Puccio Capanna. La Chiesa superiore, ad una navata, è impreziosita dagli affreschi di Giotto che illustrano la vita del Santo. Vi sono pure opere di Cimabue, Cavallini, Torriti. Nel convento, assai notevole è il Tesoro con rari codici miniati, dipinti, reliquiari, arazzi ecc. Interessantissima è la collezione Perkins, qui annessa. Orario Basilica Inferiore di San Francesco:
Da Pasqua a Novembre: 06:00 - 18:45. Da Novembre a Pasqua: 06:00 - 18:00


Basilica Superiore di San Francesco:
Da Pasqua a Novembre: 8:30 - 18:45. Da Novembre a Pasqua: 08:30 - 18:00
Info: Basilica di San Francesco, tel. 075 819001 - fax 075 8190035
www.sanfrancescoassisi.org - sacroconvento@sanfrancescoassisi.org


Cattedrale di San Rufino - Assisi

La suggestiva facciata romanica (1140) è adorna di tre rosoni e di simboliche sculture. L'interno, rinnovato nella seconda metà del XVI secolo (1571-1578) su disegno di Galeazzo Alessi, presenta sostanzialmete tre navate: nella navata di destra si impone il fonte battesimale, ivi trasferito dall' antica Cattedrale di Santa Maria del Vescovado (Santa Maria Maggiore). E' qui che ricevettero il Battesimo San Francesco, S. Chiara, S. Agnese, S. Gabriele dell' Addolorata e Federico
II di Svevia. A seguire, sempre sulla destra, troviamo la Cappella del Sacramento e l' Altare dell' Addolorata;
- a sinistra dell' altare maggiore è sita la piccola Cappella della Madonna del Pianto, risalente al 1894, ove è possibile ammirare una Pietà lignea in arte tedesca del sec. XV, che, nel 1499, pianse lacrime umane;
- sotto la Cattedrale, precisamente in direzione dell' altare, è ubicata una Cripta che custodisce un sarcofago romano, già precedentemente destinato alla sepoltura del Santo. Il complesso si affaccia sull' omonima piazza di San Rufino, dove sorge anche un palazzo medievale, forse dimora paterna di Santa Chiara.
Orario Cattedrale di San Rufino: Ora solare: 07:00 - 13:00/14:30 - 18:00
Ora legale: lunedì-venerdì: 07:00 - 12:30/14:30 - 19:00 - Sabato, prefestivi, festivi e agosto: 07:00 - 19:00
Info: Cattedrale di San Rufino, tel. 075 812283 - fax 075 815312


Basilica di Santa Chiara - Assisi


In stile gotico-italiano contiene preziose opere pittoriche dei secoli XII, XIII e XIV e il famoso Crocifisso venerato da San Francesco in San Damiano. Nella cripta si conserva il corpo della Santa Chiara. La Basilica si trova nell'omonima piazza ed è un notevole esempio di architettura gotica italiana del XIII secolo. Iniziata nel 1257 e consacrata nel 1265 fu edificata su probabile progetto di Filippo da Campello.L'esterno è caratterizzato da tre grandi archi del XIV secolo
poggianti sulla fiancata sinistra da una semplice facciata con un portale a tutto sesto affiancato da due leoni e sovrastato da uno splendido rosone e da uno slanciato campanile con cuspide. L'interno è a una navata conserva nell'abside una "Croce" dipinta su tavola della scuola di Giunta Pisano. Nel transetto sinistro un dipinto del XIV secolo raffigurante un Presepe di scuola umbro-senese e nel transetto destro una tavola del Maestro di Santa Chiara raffigurante la Santa. Scendendo nella cripta del XIX secolo in un'urna di vetro sono custoditi i resti mortali di Santa Chiara. Nella navata di destra una porta ci conduce all'annessa cappella di San Giorgio restaurata pochi anni fa dove sono custoditi le reliquie di San Francesco e Santa Chiara e il Crocefisso che secondo la tradizione avrebbe parlato a San Francesco nella chiesa di San Damiano; la Cappella del Sacramento conserva affreschi di scuola giottesca e senese del XIII e XIV secolo.
Orario Basilica di Santa Chiara: Ora solare: 06:30 - 12:00/14:00 - 18:00. Ora legale: 06:30 - 12:00/14:00 - 19:00
Info: Basilica di Santa Chiara, tel. 075 812282 - fax 075 816827


Basilica Papale di S. Maria degli Angeli e Santuario della Porziuncola


Per volere del Papa san Pio V (1566-1572), al fine di custodire le cappelle della Porziuncola, del Transito e del Roseto e altri luoghi resi sacri dalla memoria di san Francesco, e accogliere i tanti pellegrini che da ogni luogo si recano a visitarli, tra il 1569 e il 1679 viene edificata la grande Basilica di Santa Maria degli Angeli. Grandiosa basilica, sormontata da una bellissima cupola su progetto dell'Alessi a Santa Maria degli Angeli.
Vi sono racchiuse la Porziuncola (nucleo del primo convento francescano e dove, nel 1211, Santa Chiara ebbe da San Francesco il saio francescano) e la Cappella del Transito (dove il Poverello morì il 3 ottobre 1226), affrescata dallo Spagna. Le cappelle laterali della basilica recano pregevoli dipinti del secolo XVI - XVIII. A lato della basilica è la Cappella delle Rose, affrescata da Tiberio d'Assisi. Nell'annesso Museo sono conservate opere del Maestro di San Francesco, di Giunta Pisano ed altri.
Orario Basilica di Santa Maria degli Angeli: 6:15 - 12:30/14:30 - 19:30
Luglio - Agosto - Settembre: 21:00 - 23:00
Il sabato tutto l’anno apre alle 21:15 per il Rosario e la processione Aux Flambeaux.
Info: Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli e Santuario della Porziuncola, tel. 075 80511
www.porziuncola.org - basilica.porziuncola@libero.it


Santuario Francescano del Sacro Tugurio di Rivotorto

Questo Santuario è importante perché custodisce il "Tugurio" di San Francesco, che fu umile dimora del Santo poverello e dei suoi seguaci, prima di ottenere dall'Ordine dei Benedettini il possesso della Porziuncola. Il Tugurio è all’interno della chiesa ed è formato da tre piccoli vani. La permanenza in questo luogo (1209-1211) di Francesco e dei suoi primi compagni di fede, segna una tappa fondamentale nella vita del Santo. Infatti, Francesco detta qui la Prima Regola e chiama Minori i suoi discepoli.
La facciata è decorata con la rappresentazione del miracolo che avvennè in questo paese: San Francesco, infatti, sarebbe apparso su un carro di fuoco che volava sopra Rivotorto, quando - nella realtà - risulta che egli fosse ad Assisi, in attesa di ricevere udienza dal Vescovo Guido II.
Orario Santuario Francescano del Sacro Tugurio di Rivotorto: 08:00 - 12:00/14:30 - 19:00
Info: tel./fax 075 8065432 - www.sanfrancescoassisi.org - rivotorto@sanfrancescoassisi.org


Abbazia di San Pietro - Assisi


Il convento dei PP. Cappuccini con l'annessa chiesa dedicata a san Francesco d'Assisi venne consacrata il 21 ottobre del 1579. Alla fine del XVIII secolo venne raddopiato il convento. In seguito, con l'entrata in vigore della legge eversiva dei beni ecclesiastici anche nell'ex-Stato Pontificio, nel 1873, la struttura venne messa all'asta dallo Stato italiano, e nel 1876 andò ai frati che la riacquistarono per 9671.94 lire.
Nel 1889 a Frascati morì il cardinale Giuseppe Massaia, in onore del quale nel 1909 venne aperto nel convento il Museo Etiopico. Il Convento di Frascati è molto importante per l'ordine, tanto che vi ha sede dal 1911 un Collegio Internazionale.
Orario Abbazia di San Pietro: 07:30 - 19:00 - tel. 075 812311


Chiesa di Santa Maria Maggiore - Assisi

Romanica, prima Cattedrale di Assisi. La Chiesa di Santa Maria Maggiore è stata fondata nel 10 ° secolo ed era originariamente la cattedrale di Assisi. Fu edificata sopra un tempio cristiano ricavato da un edificio di culto romano. Avanzi romani sono visibili nella cripta, in modo particolare capitelli e muri. Della stessa epoca sono anche sbiaditi affreschi. La chiesa fu cattedrale sino all'XI secolo, cioè sino a quando venne aperta al culto la Chiesa di San Rufino.
La facciata, con due ingressi, è in pietra e si presenta piuttosto disadorna a parte le due fasce verticali e il grazioso rosone centrale. Nel tempio è stato battezzato San Francesco. A pochi passi vi è il Vescovado, dove San Francesco rinunciò ai beni del padre davanti a Guido II.
Orario Chiesa Santa Maria Maggiore: Da Pasqua a Novembre: 08:30 - 19:00
Da Novembre a Pasqua: 08:30 - 18:30
Info: tel. - fax 075 813085 - smmaggioreassisi@libero.it


Chiesa Nuova - Assisi


Con il contributo di re Filippo III di Spagna, la Chiesa Nuova è stata costruita nel 1615, poco distante dalla Piazza del Comune. Si ritiene che essa sia stata eretta sui ruderi della casa di Pietro di Bernardone, padre di San Francesco.
La costruzione è in stile rinascimentale e si presenta elegante, a croce greca, con una cupola centrale e una cupola più piccola su ciascuno dei quattro rami. Il progetto è di frate Rufino da Cerchiara, ed è ispirato a quello disegnato da Raffaello di Sant’Eligio degli Orafi in Roma.
Sotto il profilo artistico e architettonico, l’edificio è poco rilevante: la sua importanza sta nel fatto che il luogo è pervaso dalla poesia francescana, quindi si trova sul cosiddetto “percorso francescano”. Ancora visibili sono il sottoscala in cui Francesco d'Assisi era posto in castigo dal padre severo; il fondaco in cui Bernardone esercitava i suoi commerci, aiutato per qualche tempo dal figlio; un gruppo di quattro porte, la maggiore delle quali sembra sia stata la porta d’ingresso della casa paterna del Santo; la camera da letto, in cui Francesco avrebbe avuto delle visioni. Nei pressi dalla Chiesa, si trova la piccola stalla dove si sarebbe rifugiata Madonna Pica, per partorire Francesco, obbedendo ad un’ispirazione divina. Nella piazza antistante la chiesa sorge un gruppo marmoreo che raffigura i genitori di Francesco. Il convento, annesso alla chiesa, ospita un ricco Museo francescano e un’importante biblioteca.
OrarioChiesa Nuova, Santuario casa Paterna San Francesco:
Ora solare: 08:30 - 12:00/15.00 - 17.00. Ora legale: 08:30 - 12:00 / 15.00 - 18.00
Info: tel. 075 812339 - fax 075 8155050


Santa Maria sopra Minerva

Nell'aspetto medievale della piazza del Comune spicca l'elegante facciata classica, con sei colonne scanalate dai capitelli corinzi, dell'antico santuario romano risalente al I secolo a. C. L'interno, trasformato in chiesa, è stato riadattato in forme barocche nel Seicento. Venne edificato per volere di Gneo Cestio e Tito Cesio Prisco, che furono anche i finanziatori del progetto. Il nome deriva da un'interpretazione posteriore, dovuta al ritrovamento di una statua femminile; è stata invece rinvenuta una lapide votiva
dedicata ad Ercole. Nel 1539 venne edificata al suo interno la chiesa di Santa Maria sopra Minerva, rimaneggiata poi in stile barocco nel XVII secolo.
Orario Chiesa Santa Maria sopra Minerva: Feriali: 07:15 - 19:30. Festivi: 08:00 - 19:30
Info: tel. 075 812361 - fax 075 8197189 - assisitor@tiscali.it


Chiesa di Santo Stefano - Assisi


(Sec. XIII), in uno dei più suggestivi angoli della città di Assisi. La chiesa e' tra le piu' antiche di Assisi e non ha avuto sostanziali modifiche o rimaneggiamenti dal XII secolo.
E' composta da una navata che termina su un abside a semicerchio. All'interno domina l'essenzialità, le decorazioni si limitano all'affresco della "Madonna e Santi" e al "Cristo Crocifisso".
OrarioChiesa di Santo Stefano: Giugno, Luglio, Agosto 08.30 - 21.30 da Settembre a Maggio 08.30 - 18.30
Info: tel./fax 075 813085 - smmaggiore@libero.it
Oratorio dei Pellegrini


Orario Oratorio dei Pellegrini: Feriali: 10.00 - 12.00 / 16.00 - 18.00. Domenica e festivi chiuso
Info: tel. 075 812267


Eremo delle Carceri - Assisi


L'eremo è costruito sul luogo dove San Francesco e i suoi seguaci si ritiravano in preghiera, presso una chiesetta circondata da grotte.
Nel XIV secolo il carattere eremitico si trasformò in forma cenobitica con la costruzione del convento, che ebbe l'odierna configurazione con l'ampliamento voluto nel 400 da Bernardino da Siena. All'interno dell'Eremo delle Carceri vi è un cortiletto triangolare che ha al centro un pozzo da cui l'acqua sarebbe sgorgata secondo una leggenda per miracolo di San Francesco.
La parte più suggestiva è sicuramente la Grotta di San Francesco, in origine ambiente unico ora divisa in due vani, uno contiene il letto di pietra su chi dormiva il santo; nell'altro, alla parete destra si vede un masso su chi probabilmente Francesco sedeva per meditare e pregare.
OrarioEremo delle Carceri: Da Pasqua a Novembre giornaliero: 06:30 - 19:00
Da Novembre a Pasqua giornaliero: 06:30 - 18:00
Info: tel./fax 075 812301 - www.eremocarceri.it - eremo.carceri@tiscali.it


Santuario di San Damiano - Assisi

Santuario francescano sorto dove San Francesco udì la voce di Cristo e dettò il Cantico delle Creature. Ancora quasi intatto è il convento che fondò Santa Chiara. Era in abbandono, quando il Poverello, all'inizio del suo ciclo di mutamento spirituale, vi entrò. Alla vista della Chiesa volle entrarvi e pregare. Davanti al crocifisso inizia la sua preghiera verso il Signore. Dalla bocca del Cristo scaturiscono queste parole: "Francesco, và e ripara la mia casa che cade in rovina".
Il giovane tornò a casa, prese dalla bottega di Pietro di Bernardone quante piu stoffe potè e si recò a Foligno. Con il ricavato tornò a San Damiano, ma il sacerdote che custodiva la chiesetta avendolo riconosciuto e temendo le ire del padre rifiutò il denaro. Fu così che Francesco gettò via le monete dalla finestrella che ancora si vede appena l'ingresso della chiesina. Fu quello l'episodio che per San Damiano è principalmente legato al francescanesimo. Il Santo tornò più volte alla chiesina ma le sue apparizioni erano per lo più legate alle visite che effettuava a Chiara d'Assisi. San Damiano fu legata soprattutto a qust'ultima figura. Santa Chiara vi dimorò dal 1211 al 1253. San Francesco vi sosterà più a lungo nel 1225 quando stanco e malato compose il Cantico delle Creature. La salma del Poverello fu fatta sostare qui il 4 ottobre 1226, all'indomani della morte avvenuta in Porziuncola, durante il viaggio di trasferimento nella chiesa di San Giorgio.
OrarioSantuario di San Damiano: Ora solare: 10:00 - 12:00/14:00 - 16:30
(Vespri ore 17:00). Ora legale: 10:00 - 12:00 / 14:00 - 18.00 (Vespri ore 19:00)
Info: tel. 075 812273 fax 075 8198007 - www.assisiofm.org - guardianosandamiano@libero.it


Rocca Maggiore - Assisi


La severa fortezza nella quale si narra abbiano soggiornato Federico Barbarossa e Federico II ancora bambino, domina dall'alto la città e l'intera valle. Documentata per la prima volta nel 1174, la Rocca era stata costruita come castello feudale tedesco.
Federico di Svevia, il futuro imperatore Federico II vi passò alcuni anni della sua infanzia, affidato alle cure di Corrado di Urslingen. Un anno più tardi, durante un'assenza di Corrado, durante dei moti popolari indipendentisti,la Rocca
fu distrutta dagli Assisani. Soltanto nel 1367 il Cardinale Albornoz la ricostruì riutilizzando le mura merlate esterne occidentali e parti delle mura interne. Nel 1458 il Signore di allora, Jacopo Piccinino, fece costruire il torrione dodecagonale e il lungo muro di collegamento; Papa Sisto IV restaurò il mastio nel 1478 e Paolo III fece erigere nel 1535-38 il torrione circolare vicino all‘ingresso.

Si ricorda che l'accesso nelle chiese è consentito soltanto a chi ha un abbigliamento consono.


 

   
Le Querce di Assisi | Piano della Pieve - 06081 Assisi (PG) - P.IVA 03465850877 - Tel. 0039 075 802332 Mobile 0039 334 3438074 Fax 0039 075 8025000 - Email info@lequerce.it | Credits