CISTERNE ROMANE AD AMELIA (TR)


Dopo l’aggiudicazione da parte della cooperativa “Sistema Museo” della gara per la gestione dei siti museali dei Comuni aderenti alla Convenzione intercomunale “Terre&Musei”, di cui anche il Comune di Amelia è membro, sabato 1 febbraio riapriranno al pubblico le Cisterne Romane di Amelia.
Questa è la novità fortemente voluta dall’amministrazione comunale e perseguita attraverso il bando di gara: integrare in una gestione unica ed armonica i principali siti culturali cittadini di proprietà del Comune.
Il sito archeologico delle Cisterne, fra i più interessanti dell’Umbria, è un importante complesso formato da 10 ambienti di grandezza simile ed intercomunicanti. Ogni vano misura 19 metri di lunghezza, tra i 5 e i 6 metri di larghezza e di altezza, per una cubatura totale di 4397 metri.
Le cisterne furono edificate nel momento in cui l'antico centro umbro di Amelia divenne municipio romano. Si trovano al di sotto piazza Matteotti, forum della romana Ameria ed oggi piazza del Comune.
La visita alle cisterne romane sarà sempre accompagnata da un operatore, il quale illustrerà tutte le peculiari caratteristiche tecniche e di ingegneria idraulica degli antichi romani.
Sarà possibile visitare il sito tutti i sabati e le domeniche di febbraio dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 17. Al visitatore sarà offerta anche la possibilità di acquistare un biglietto che permette l’accesso agevolato al Museo Archeologico e alle Cisterne Romane.
A partire dal mese di marzo, inoltre, con l’apertura domenicale di Palazzo Petrignani, sarà possibile con un biglietto cumulativo sperimentare il nuovo circuito museale cittadino, che prevede l’ingresso al Museo Archeologico, alle Cisterne Romane e a Palazzo Petrignani.




 

   
Le Querce di Assisi | Piano della Pieve - 06081 Assisi (PG) - P.IVA 03465850877 - Tel. 0039 075 802332 Mobile 0039 334 3438074 Fax 0039 075 8025000 - Email info@lequerce.it | Credits