I MERCATINI DELL’ANTIQUARIATO (E MODERNARIATO) IN UMBRIA - 2016

IL MERCATINO DELL’ANTIQUARIATO DI PISSIGNANO
a pochi passi dal tempietto e dalle fonti del Clitunno ogni Prima Domenica del mese.


Ogni prima domenica del mese a Pissignano, frazione di Campello, si svolge un Mercato dell'Antiquariato, dell'Usato e del Collezionismo che conta ormai ben 250 espositori. Per importanza e grandezza è stimata essere la 1° Fiera dell'Umbria e la 4° Fiera d'Italia di questo genere. Luogo privilegiato dove andare a caccia per cogliere occasioni irripetibili.
Tantissime le proposte: dall'old Sheffield e dall'argento e silverplate, alle porcellane e ceramiche di varia manifattura, dai mobili d'epoca ai quadri ed agli orologi antichi e da collezione, ma anche pezzi e curiosità dalla "soffitta della nonna", dell' artigianato locale ed artistico.
In questa grande kermesse, o parco dei divertimenti per collezionisti di tutte le età, sarà possibile fare un viaggio a ritroso nel tempo osservando gli utensili più specifici e disparati delle passate arti e mestieri che raccontano la storia degli "stili di vita", dei cambiamenti riguardanti non solo il gusto, ma le abitudini del vivere quotidiano.
Un appuntamento fra i più graditi dai collezionisti del Centro Italia ed imperdibile per quanti amano il Bello e l'Introvabile.

Pissignano, il mercatino dell’antiquariato a pochi passi dal tempietto e dalle fonti del Clitunno
by Valeria Cenci

Ogni prima domenica del mese nel piccolo borgo di Pissignano (Pg), in prossimità delle fonti del Clitunno, c’è un mercatino dell’antiquariato che attira collezionisti, amatori del settore o semplici curiosi.
Rallegrano la strada principale del paese più di 200 stand con mobili, stampe, ceramiche, libri antichi, fumetti, stoffe, merletti, vintage e molto altro. Il percorso si snoda anche intorno alle celebri Fonti, lungo l’antica “Via Flaminia”, fino ad arrivare in prossimità del Tempietto del Clitunno (Patrimonio Mondiale Unesco).

Noi andiamo spesso anche per fare una semplice passeggiata, vista la particolare bellezza del luogo. Ci piace perderci tra le tante bancarelle, curiosare e chiacchierare con i simpatici espositori. D’obbligo, un saluto a Leonardo, nostro caro amico esperto venditore di libri antichi, che con pioggia, vento e forse anche la neve… potrette sempre trovare ogni prima domenica del mese sotto il suo gazebo bianco.
In genere concludiamo la giornata con un aperitivo al bar, proprio accanto all’ingresso delle fonti del Clitunno. Tra salici piangenti e pioppi si può ammirare il laghetto formato dalle sorgenti (fonti) che scaturiscono direttamente dal terreno, considerate sacre dai Romani.

Se avete un po’ di tempo vi consigliamo di visitare questo luogo particolarmente amato da poeti, artisti e viaggiatori che nei secoli sono rimasti rapiti dalla sua bellezza. Giosuè Carducci, nel 1876, ne decanta il paesaggio e la valenza storica attraverso un’ode che vuole ricordare l’antica sacralità del luogo: qui il dio Clitunno dispensava i suoi oracoli di cui si avvalsero anche gli imperatori romani Caligola e Onorio.

Da non perdere anche il Tempietto del Clitunno, edificato tra il IV e V secolo d.C. reimpiegando materiali di epoca romana: infatti nell’area sorgevano numerose ville, terme, tempietti di divinità minori e il tempio eretto in onore del dio Clitunno, come ricorda lo stesso scrittore latino Plinio il Giovane nel I secolo d.C. (Epistulae VIII, 8). Intitolato a San Salvatore, è un bellissimo esempio di sintesi e unione tra il raffinato linguaggio classico (di reimpiego) e il simbolismo cristiano delle origini. Dell’VIII secolo d.C. gli affreschi nell’abside raffiguranti Cristo benedicente, San Pietro, San Paolo, Angeli con Croce Gemmata.

Per visitare le fonti del Clitunno:
www.fontidelclitunno.it

Il Tempietto del Clitunno è gestito direttamente dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria, gli orari variano spesso a seconda dei giorni e delle stagioni consigliamo di telefonare allo 0743 275085 per avere maggiori informazioni… se entra il fax non vi preoccupate, vuol dire che in quel momento il tempietto è chiuso… ritentate successivamente, qualcuno prima o poi risponderà



RETRÒ, A CITTÀ DI CASTELLO LA TERZA DOMENICA DI OGNI MESE
Retrò, mercatino mensile di cose vecchie ed antiche
A Città di Castello (PG), in Piazza Matteotti e Loggiato Gildoni, la terza domenica di ogni mese trovi Retrò, un mercato, una festa, un luogo d'incontro. Passi per i banchi della Fiera e trovi tanti oggetti che ti attirano, che ti parlano; oggetti vivi perché raccontano di chi li ha realizzati, delle sue esigenze, dei suoi sogni, delle sue conquiste.
La cornice è quella dei palazzi nobili, delle vie e delle piazze che caratterizzano il centro storico di Città di Castellocon gli splendidi Palazzi della Signoria Vitelli: a Sant'Egidio dove sorgerà un centro per l'arte contemporanea; alla Cannoniera, sede della Pinacoteca comunale con la facciata splendidamente affrescata dai graffiti del Vasari; aSan Giacomo, presto sede della Biblioteca comunale e dell'archivio storico; all'Abbondanza che si affaccia sulla piazza principale della città. Una pluralità di palazzi e residenze signorili e tanti altri tesori cinquecenteschi che riassumono la caratteristica di Città di Castello quale porta rinascimentale dell'Umbria.
Retrò quindi, non solo come occasione per una curiosa caccia al tesoro, per l'acquisto di un oggetto a lungo cercato, ma anche la possibilità di scoprire una città ricca di opere d'arte appartenenti a tutte le epoche, dal Medioevo al Rinascimento in una sequenza ininterrotta che è giunta fino ai nostri giorni.
E dopo aver visitato la città ed esserti soffermato a curiosare fra i banchi di Retrò non perderti il piacere di assaggiare nelle diverse trattorie della città i piatti della gastronomia locale. Primo fra tutti il tartufo che qui trovi in tutte le stagioni: la trifola in autunno e inverno, il bianchetto a primavera, il nero (scorzone) in estate; sicuramente sapranno consigliarti i piatti dove meglio gustarlo e non c'è dubbio che rimarrai ammaliato dal suo sapore inconfondibile. Il vino da abbinare, preferibilmente rosso, che sia di Torgiano o a scelta tra le doc di Assisi o Colli Perugini.

Ufficio IAT di Città di Castello
(Comuni di Città di Castello, Citerna, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino, Umbertide)
Corso Cavour 5 - 06012 Città di Castello
Tel. +390758554922
Fax. +390758529314


MERCATINO DEL CONTADINO E MERCATINO DELLE PULCI
Trevi (Pg) Quarta domenica del mese

Ogni 4° domenica del mese si svolge, a Trevi in Umbria, il mercatino delle pulci e del contadino (farmer's market).

Il mercatino delle pulci si tiene nella Piazza Garibaldi dalle 9 al tramonto e possono partecipare: antiquari, rigattieri,
collezionisti (oggetti, orologi, abiti vintage..) "veri" artigiani.

Il mercatino del contadino si tiene nella piazza Mazzini dalle 9 alle 13 e possono partecipare: produttori UMBRI
di ortaggi, olio, di vino, di legumi, marmellate, coltivatori di piante aromatiche, di fiori..

Una scelta, quella dell'Amministrazione comunale di Trevi di puntare, per la valorizzazione e la promozione del territorio, sia sul piccolo antiquariato, sia sullavalorizzazione delle produzioni agricole locali e di dare visibilità ai tanti piccoli tenaci produttori agricoli che utilizzano la nostra terra per offrire prodotti di qualità.

L'obiettivo è anche quello di accorciare la filiera attraverso l'incontro diretto tra produttore e consumatore (sia locale che "forestiero"), avere, cioè, "mercati senza mercanti". Vendere su scala locale, vendere direttamente dove si produce, evitando il trasporto su lunghe distanze e riscoprendo il rapporto con il proprio territorio. Incentivare le tecniche biologiche di coltivazione dei prodotti e il rispetto delle stagionalità.

Benefici per il consumatore, in quanto la "filiera corta" garantisce al consumatore un prezzo più conveniente rispetto a quello praticato negli esercizi commerciali, oltre ad una garanzia di assoluta freschezza, qualità e rintracciabilità del prodotto. Vantaggi anche per l'ambiente grazie alla riduzione dei trasporti e degli imballaggi.

I mercati contadini hanno anche un importante risvolto culturale, a partire dal contributo che svolgono nel rilancio dei centri storici.

Il Mercatino del Contadino "Farmer's Market"promosso dal Comune di Trevi si svolge ogni 4° domenica del mese in occasione del mercato dell'antiquariato.

Il mercatino e la "filiera corta" si legano all'iniziativa "Menu a km 0", che consiste nella proposta di originali menu a base di prodotti locali da parte dei ristoratori di Trevi.


ALTRI MERCATINI


• Secondo sabato del mese
Mercanti in piazza, Foligno (Pg)
Mercato d’antiquariato, d’artigianato e del rigattiere. Organizzato dall’associazione culturale Innamorati del Centro in Piazza Matteotti a Foligno, dall’alba al tramonto.
• Secondo sabato e domenica del mese
Arte e Antiquariato, Orvieto (Tr)
Mercatino di arte e antiquariato nella splendida cornice del centro storico di Orvieto.
• Secondo sabato e domenica del mese
Mercatino dell’Antiquariato, Terni
Il mercatino dell’Antiquariato si svolge in piazza Dalmazia, nel centro storico di Terni, attirando molti curiosi e appassionati di antiquariato.
• Seconda domenica del mese
L’Antico….. fa Arte, Santa Maria degli Angeli (Pg)
Mercatino di antiquariato e collezionismo nella stupenda piazza della Porziuncola di fronte alla Basilica di Santa Maria degli Angeli. Un ricco mercato di antiquariato e prodotti artigianali con stand che rimangono aperti al pubblico dalle 9:00 alle 23:00.
• Seconda domenica del mese
Mercatino delle Briciole, Spoleto (Pg)
Curiosi, avventori occasionali e turisti potranno girare tra le bancarelle degli oltre 100 espositori, nelle vie e nelle piazze del centro di Spoleto, in Piazza Carducci, viale Matteotti, via Benedetto Egio, Piazza della Libertà, via Brignone, Piazza Fontana, Corso Mazzini e via della Trattoria, con una prossima estensione anche a Piazza della Genga

• Terzo sabato e domenica del mese (da aprile a settembre) – Terza domenica del mese (da ottobre a marzo)
Mercatino del Pidocchietto, Passignano sul Trasimeno (Pg)
Circa cinquanta espositori nel centro storico di Passignano sul Trasimeno per tutti gli amanti dell’antiquariato, collezionismo e artigianato.
• Terza domenica del mese
Mercatino dell’Antiquariato, Gubbio (Pg)
Il mercatino, che si svolge tra piazza 40 Martiri e le logge dei Tiratori, attira ogni mese curiosi e appassionati di antiquariato e collezionismo.
• Terza domenica del mese
Retrò – Mercatino delle cose vecchie ed antiche, Città di Castello (Pg)
Alla rassegna partecipano un centinaio di espositori che propongono oltre a pezzi di antiquariato e modernariato una vasta gamma di oggettistica di pregio legata ai diversi ambiti del collezionismo.
Il mercatino si svolge in piazza Matteotti e nelle piazze attigue del centro storico dalle ore 8.00 alle ore 20.00

• Ultimo sabato e domenica del mese
Mostra mercato dell’antiquariato e del collezionismo, Perugia
La mostra mercato si svolge nel cuore della città di Perugia tra piazza Italia, largo della Libertà (archi Prefettura) e difronte la Banca d’Italia.
• Ultima domenica del mese
Antiquariato sotto le mura, Amelia (Tr)
Mostra mercato del collezionismo e dell’antiquariato in viale dei Giardini, a ridosso delle mura romane della città di Amelia.


 

   
Le Querce di Assisi | Piano della Pieve - 06081 Assisi (PG) - P.IVA 03465850877 - Tel. 0039 075 802332 Mobile 0039 334 3438074 Fax 0039 075 8025000 - Email info@lequerce.it | Credits